T  +39.049.973.1038 – info@panizzolo.com

  • it
  • en
  • fr
  • es
  • pt-pt
  • pl

Category Archives: Novità

Destinazione Asia

Un pianale-container Flat Rack ed un container 40″ Open Top sono stati sufficienti per la spedizione di un impianto Panizzolo destinato all’Estremo Oriente.
Composto da un Mulino a martelli Flex 1300 Mobile Drum – 315kw, completo di tamburo magnetico, e da un separatore per metalli non ferrosi a correnti parassite Eddy Current ad alta efficienza, questo impianto andrà a lavorare barattolame da RSU negli stabilimenti di un’importante realtà operativa nel trattamento rifiuti di una delle più grandi e popolose città del mondo.
Capace di produzioni orarie che raggiungono le 16 tonnellate all’ora, il mulino a martelli Panizzolo Flex 1300 Mobile Drum è caratterizzato dalla facilità di movimentazione ed installazione, nonché dalla velocità di messa in opera una volta giunto a destinazione.
Grande importanza è stata data anche all’interfaccia user-friendly del pannello di controllo. Con alcuni semplici accorgimenti, i comandi e le schermate del software Panizzolo che gestisce il computer touch-screen del Flex 1300 sono stati tradotti in ideogrammi orientali. Questo  procedimento renderà immediatamente utilizzabile l’impianto anche all’utente orientale meno esperto dopo un breve corso di formazione.

Queste sono comunque solo alcune delle ragioni che hanno spinto l’azienda Asiatica a scegliere Panizzolo per il trattamento dei propri rifiuti. La più importante è sicuramente la qualità del prodotto in uscita e la generale economia di gestione.
L’impianto è ora in viaggio, caricato su una nave porta-container che, dopo cinque settimane di navigazione renderà l’estremo oriente un po’ più vicino.

Nuovo impianto con mulino a martelli Flex 1300 nel cuore dell’Europa

E’ entrato in funzione alla fine di aprile il nuovo impianto Panizzolo Recycling Systems per il trattamento ed il riciclaggio di RSU (rifiuti solidi urbani) in Belgio.

Commissionato da un’importante azienda multinazionale operativa in diversi settori del riciclo rifiuti e della fornitura di materie prime ed energia, è composto di un potente mulino Panizzolo Flex 1300 – 315kw, nella sua versione fissa, da un separatore a tamburo magnetico, un separatore per metalli non ferrosi a correnti parassite Eddy Current, e ben due separatori densimetrici Zig-Zag per la pulizia dei metalli dagli inerti leggeri come plastica, carta e residui organici.

L’impianto, grazie alle tecnologie ed alle soluzioni brevettate Panizzolo, permette la lavorazione di grossi quantitativi di materiale in entrata, fino a 15 tonnellate all’ora, ed è in grado di arrivare ad un prodotto finale di qualità, il cui valore è accresciuto dall’elevata pulizia garantita dai sistemi di separazione Panizzolo Recycling Systems.

Il mulino a martelli Flex 1300 ora attivo in Belgio è dotato della cabina di insonorizzazione opzionale e di un sistema di sollevamento per la sostituzione rapida della culla intercambiabile, il sistema brevettato che consente una capacità di adattabilità a più lavorazioni e materiali, caratteristica unica nel mercato che testimonia la validità del prodotto Panizzolo.

Nuovo impianto per la pulizia di RSU in funzione.

È stato collaudato e messo in funzione dall’inizio dell’anno un nuovo impianto per la pulizia del barattolame da RSU in un’importante azienda Siciliana.

Grazie al mulino a martelli Flex 800 Compact Mobile, capace di alte produzioni e dotato del sistema brevettato di culla e griglie intercambiabili, il prodotto in uscita raggiunge alti livelli di qualità.

È questo il motivo per il quale sempre più aziende stanno optando per le macchine Panizzolo Recycling Systems: richiesta energetica bassa, produzioni elevate, alta qualità ed adattabilità del risultato, rendono i nostri impianti una scelta oculata, ragionata e, soprattutto, redditizia.

Trattamento ferro e legno con Mulino a martelli Flex 500 Compact Mobile

È attivo ormai da qualche settimana in Nord Italia il nuovo impianto per trattamento di materiale misto, in gran parte legno e metalli ferrosi, con un mulino a martelli Flex 500 Compact Mobile.

L’impianto Panizzolo Recycling Systems è in grado di trattare fino a 3 tonnellate all’ora di materiale misto, effettuando la successiva separazione del metallo ferroso e la sua pulizia dal residuo materiale organico per mezzo di un separatore densimetrico ad aria.

Industria 4.0 – Super Ammortamento 250%

 

I macchinari prodotti dal Gruppo Panizzolo rientrano nel campo di applicazione stabilito dalla legge di Bilancio 2017, parte 1 sez 1, Art 1, Comma 8-13 sul Super ammortamento del 250%.

Industria 4.0 richiede precise soluzioni tecnologiche:

  • Beni strumentali il cui funzionamento deve essere controllato da sistemi computerizzati e/o gestiti tramite opportuni sensori ed azionamenti.
  • Macchine utensili di de-produzione e re-manufacturing per recuperare materiali e funzioni da scarti industriali e prodotti di ritorno a fine vita, come ad esempio le macchine per il disassemblaggio, per la separazione, la frantumazione ed il recupero chimico di materiali.

Gli impianti Panizzolo rientrano in questi requisiti perché comprendono:

  • Controllo per mezzo PLC (Programmable Logic Controller).
  • Possibilità di inter-connessione ai sistemi informatici di fabbrica.
  • Possibilità di integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica e/o con altre macchine del ciclo produttivo.
  • Interfaccia uomo-macchina semplice ed intuitiva, attraverso un terminale operatore dotato di Touch panel con videate descrittive, impostazioni e segnalazione dei guasti.
  • Rispondenza ai più recenti standard in termini di sicurezza.
  • Sistema di tele-manutenzione, telediagnosi e controlli in remoto.

Monitoraggio continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori, ma anche adattività alle derive di processo (con analizzatori di energia, conteggio delle ore di funzionamento e storicizzazione degli allarmi tutti salvati all’interno del terminale operatore e su supporto USB removibile).

Il Gruppo Panizzolo sarà lieto di fornirvi tutti i dettagli sulle condizioni di accesso alle agevolazioni previste dalla Legge di Bilancio 2017.

Malta: Nuovo impianto operativo nella Perla del Mediterraneo

 

A Febbraio è stato avviato il nuovo impianto di riciclaggio Panizzolo per metalli ferrosi e non ferrosi nell’arcipelago Maltese.

In una delle zone più densamente popolate del pianeta, la raccolta ed il trattamento di rifiuti e materiali sono attività che richiedono una particolare attenzione ed una peculiare flessibilità nella gestione delle risorse.

La sfida non era facile.

I requisiti fondamentali erano la compattezza, la possibilità di poter lavorare più materiali con la stessa macchina, ed una produzione oraria non inferiore alle 3 tonnellate all’ora.

Dopo svariati test effettuati con molti tipi di metalli, trasformatori, motori elettrici, radiatori, carter di alluminio e RAEE, l’azienda committente ha infine confermato che l’impianto Panizzolo era quello che più si adattava alle necessità dell’esigente legislazione Maltese.

Una linea completa per la valorizzazione dei metalli, composta da un versatile Mulino a martelli Flex 500 Compact mobile da 90kw (con deferrizzatore Overbelt integrato), con vagli vibranti ed un separatore a correnti parassite  è ora pienamente operativa e raggiunge picchi produttivi di 3/3.5 tonnellate all’ora a seconda del materiale in entrata.

Gli impianti Panizzolo confermano ancora una volta la loro flessibilità ed adattabilità, contribuendo in maniera silenziosa ed infaticabile al miglioramento del nostro ambiente.

 

Operativo nuovo impianto trattamento RAEE

 

Nel mese di Marzo è stata completata l’installazione e la messa in funzione dell’impianto Panizzolo per il trattamento dei RAEE come ad esempio: componenti elettrici ed elettronici, motori elettrici, trasformatori, ecc.

Venduto ad una grossa azienda italiana, il versatile impianto si compone di un mulino a martelli trasportabile modello Flex 500 Compact Mobile (per la macinazione e prima divisione magnetica) e di un impianto di separazione con correnti parassite ad alta efficienza modello SMNF V 700 (per la divisione dei metalli non ferrosi e dell’inerte, le cui pezzature vanno dai 5-8 mm in su).

Consuetudine del Gruppo Panizzolo è la velocità di installazione e avviamento: dopo appena due giorni l’azienda ha potuto avviare l’impianto a pieno regime produttivo.
La semplicità di utilizzo, la qualità e quantità oraria e la flessibilità di lavorazione confermano l’alta qualità degli impianti e macchinari Panizzolo per il riciclaggio dei rifiuti ferrosi e metallici.

 

Trattamento motori elettrici: Panizzolo leader nel mercato

 

Con la fine del 2015 il Gruppo Panizzolo si consolida leader nel mercato della fornitura di impianti e macchinari per la macinazione dei motori elettrici (da RAEE e industriali) e la valorizzazione dei singoli metalli in output (come rame, alluminio e ferro).

Un numero sempre più crescente di aziende, sia in Italia che all’estero, scelgono di trattare i motori elettrici con le tecnologie offerte dalla Panizzolo.
Dalla prima metà del 2015 in Italia lavorano a pieno regime molti di questi impianti, specialmente in grosse aziende di raccolta e trattamento, importanti acciaierie e in un gruppo multinazionale presente in ben 17 paesi europei.
All’estero, altrettanti impianti operano in grosse aziende di raccolta e trattamento dislocati in paesi come (ad esempio) Spagna, Germania, Polonia, Olanda e altri ancora.

Gli impianti differiscono da azienda ad azienda in quanto si tratta di tecnologie innovative e modulari che permettono di trattare il motore elettrico a seconda delle loro necessità.
Partendo dalla macinazione e divisione del materiale ferroso dal non ferroso, gli impianti Panizzolo sono in grado (grazie a semplici cambi di lavorazioni e/o veloci ed efficaci upgrade da aggiungere) di eseguire perfette separazioni dei componenti metallici dagli inerti. Grazie alle tecnologie del gruppo è possibile arrivare fino alla perfetta valorizzazione e separazione del rame dall’alluminio.

Le moderne ed innovative tecnologie si basano sulla consolidata esperienza pluriventennale dell’azienda, permettono di offrire macchinari semplici da utilizzare, veloci da manutenere e con un occhio di riguardo alla flessibilità di lavorazione (grazie ai sistemi brevettati).

Vedendo gli impianti Panizzolo in funzione, le aziende sono rimaste colpite sia dalla produttività oraria che dalla qualità del materiale in output, sia con la lavorazione di motori elettrici provenienti da raccolta RAEE sia da motori medio-piccoli di tipo industriali.
Le aziende inoltre non sono rimaste indifferenti di fronte alla lavorazione a cicli quasi totalmente meccanizzati e al software di controllo, sviluppati in modo da massimizzare la produttività, semplificare e aiutare la gestione e ridurre i tempi di fermo macchina.

Conscio degli alti standard qualitativi che il mercato richiede nel trattamento dei motori elettrici, il Gruppo Panizzolo è sempre stato – e continua ad essere – in prima linea nel garantire (con i suoi impianti) la massima valorizzazione di questa tipologia di rifiuto. L’esperienza diretta pluriventennale dei tecnici Panizzolo permette alle aziende del settore di utilizzare macchine ed impianti che offrono concrete soluzioni, semplici ed efficaci, senza paragoni nel settore del riciclaggio dei rifiuti metallici e ferrosi.

Operativo nuovo impianto di riciclaggio Panizzolo

Nel mese di Settembre sono state terminate con successo le fasi di collaudo dell’impianto di riciclaggio Flex 1000 progettato e costruito dal Gruppo Panizzolo.
Attualmente operativo a pieno regime lavorativo presso una grossa azienda in Polonia, l’impianto permette di effettuare eccellenti lavorazioni su una vasta gamma di materiali di cui l’azienda ne ha scelti due in particolar modo: la macinazione e raffinazione dei motori elettrici di medie dimensioni e il barattolame da raccolta solida urbana.

Più potenza per gli impianti di macinazione

“FLEX 1000 MOBILE: ANCORA PIU’ POTENZA PER GLI IMPIANTI PANIZZOLO”

Questo il titolo dell’articolo dedicato al Gruppo Panizzolo su “Recycling, demolizione & riciclaggio”, rivista bimestrale italiana leader nel settore tecnico-tematico del riciclaggio.

La pubblicazione fornisce ai lettori una interessante panoramica sull’innovativo Flex 1000 Mobile.