Panizzolo Recycling Systems e le novità di Ecomondo 2020

Il mercato dei rottami è scosso da importanti cambiamenti, accelerati soprattutto dalla recente emergenza COVID-19. Pur continuando ad investire in nuovi cicli di riciclaggio, le aziende di trattamento rottami analizzano i costi di gestione in maniera molto più approfondita rispetto al passato. Ne parliamo meglio con Matteo Turatto, Sales Director in Panizzolo Recycling Systems, chiarendo in che modo ciò si colleghi sia al consolidamento delle forniture tecnologiche, sia alle novità che saranno presentate alla prossima edizione di Ecomondo 2020.

Buongiorno Matteo. Come sta cambiando il mercato dei rottami? E in che direzione si sta muovendo Panizzolo?

Rispetto a quattro o cinque anni fa il settore sta evolvendo in una direzione molto chiara: le aziende devono valorizzare al massimo i metalli se non vogliono perdere il loro vantaggio competitivo. Il mercato impone il recupero di rifiuti più complessi, che necessitano di impianti di riciclaggio sempre più performanti. Per questo motivo, nella fase di analisi, le aziende sono più sensibili verso tutti quegli aspetti qualitativi che danno un ritorno economico nel medio lungo termine. Esattamente su questo fronte Panizzolo Recycling Systems ha consolidato il proprio posizionamento di mercato, con ottima risposta sia dalla clientela italiana che estera. 

 

Tramite quali punti di forza gli impianti di riciclaggio e raffinazione Panizzolo rispondono alle necessità del settore?

Veniamo scelti perché sappiamo offrire tecnologie sempre innovative, con costi di gestione molto più bassi rispetto ad altri macchinari di riciclaggio presenti sul mercato. Oggi per le aziende diventa fondamentale conoscere i costi di esercizio che conseguiranno all’investimento: gestione del ciclo di trattamento del rottame, consumi energetici, manutenzioni e ricambi, personale impiegato e altro ancora. I bassi costi delle linee Panizzolo vanno ad avvantaggiare la produttività dell’impianto, nodo cruciale per le prospettive economiche nel medio e nel lungo termine. Oltre a ciò, i clienti apprezzano la nostra professionalità nel fornire soluzioni chiavi in mano e un’alta qualità nell’affiancamento del personale tecnico.

 

In che modo avete ottenuto tali successi?

Investendo continuamente in Ricerca e Sviluppo nella nostra sede storica, dove sono presenti solo impianti di trattamento rifiuti progettati da Panizzolo. Qui abbiamo sviluppato tecnologie flessibili di alta qualità, con brevetti molto importanti nei mulini a martelli e negli impianti di raffinazione.

Il successo delle nostre soluzioni di trattamento deriva dalla capacità di bilanciare correttamente i costi, la continua affidabilità produttiva, la flessibilità nei campi di applicazione e la valorizzazione delle frazioni in uscita.

Le soluzioni negli impianti di raffinazione sono particolarmente apprezzate per l’innovativo ciclo di trattamento, rispondendo ad una richiesta che il mercato non riusciva a soddisfare con adeguati macchinari. Ad oggi i nostri mulini a martelli raffinatori presentano tre brevetti per la valorizzazione di rame, alluminio, ottone e acciaio derivanti da scarti di rifiuto, con possibilità di realizzare un ottimo profitto economico dal materiale in uscita.

 

Relativamente a questo percorso, quali saranno le novità che presenterete all’edizione di Ecomondo 2020?

Siamo soddisfatti dalla crescente richiesta di impianti di raffinazione e ne presenteremo gli ultimi upgrade. Inoltre verso la fine del 2019 abbiamo avviato un piano di monitoraggio di alcuni nostri mulini a martelli installati in cicli di trattamento altamente intensivi con turni lavorativi di 16 ore. In questo modo siamo stati in grado di individuare nuove soluzioni tecniche, incrementandone notevolmente la produttività e arrivando, come il nuovo modello 2020 Mega 1500, anche a 30 ton/h. Tutto questo mantenendo lo stesso consumo energetico e la qualità degli output.

Presenteremo i nuovi modelli della serie Flex e della serie Mega. L’innovativa concezione di macinazione permetterà alle aziende di ragionare su un delta tra spese e ricavi diverso rispetto agli standard di mercato, con una visione interessante anche su tempi e modalità di rientro dell’investimento.

Ragionate su un futuro del mercato sempre più dinamico e specializzato?

All’interno della nostra azienda abbiamo da tempo avviato questo percorso, rispondendo efficacemente ai cambiamenti di un business sempre più esigente. Rispetto alla concorrenza abbiamo scelto di specializzarci nella valorizzazione dei rottami metallici grazie agli innovativi mulini a martelli da 90 kW a 450 kW.

Il continuo impegno in merito a Ricerca e Sviluppo ci permette di vantare una solida reputazione professionale tra le aziende del settore. La nostra peculiarità di essere anticipatori delle necessità del mercato ci permette di posizionarci come leader nella produzione di questi macchinari.

Siamo molto soddisfatti dei traguardi raggiunti: il nostro principale obiettivo è la crescita del cliente e i feedback positivi confermano il nostro operato. Se i clienti traggono un reale guadagno grazie ai nostri prodotti significa che stiamo andando nella giusta direzione, per le aziende che ci hanno scelto e per quelle che verranno.